Gelosa? In confronto a lei sei una principiante

La macchina della verità

Questo bel tipino nella foto è, in tutta probabilità, la donna più gelosa del mondo. Si tratta di Debbie Wood 42 anni, di Leicester in Inghilterra da poco convolata a nozze con il 31enne Steve. Lei è così ossessionata dalla paura del tradimento da costringere il marito a sottoporsi alla macchina della verità ogni santo giorno.
Non è sola. Nell’allegra famiglia delle donne gelose, ci sono diverse tipologie e mille modi per esercitare il controllo. Nel suo blog l’amico giornalista Alessandro Pellizzari si occupa spesso delle dinamiche di coppia e in questo articolo ha ben descritto di cosa siano capaci le donne gelose. Un vero spasso, a patto di non essere le vittime di questa attenzione un po’ ossessiva.
Per tornare alla nostra bella inglese, le nozze di pochi giorni fa pare siano state un successone. Le dinamiche del loro rapporto comunque sembrano essere le stesse del fidanzamento. In un’intervista al Dailymail di qualche tempo fa, lei aveva candidamente ammesso che controllare il suo cellulare, le sue e-mail e il suo conto corrente più volte al giorno, non le sembrava abbastanza. Ha così proibito al mite Steve di guardare qualsiasi programma televisivo dove figurassero delle donne, persino The Weakest Link, un innocuo quiz televisivo britannico. Niente da fare, le maglie erano ancora troppo larghe, andava preso un provvedimento più drastico: da qui l’idea di acquistare on line la macchina della verità.

Gelosa Club Demotivational
“Io penso che lui sia magnifico – dichiara lei – ma non è questo il punto. Il punto è se posso fidarmi o meno di lui quando è in giro da solo e può guardare altre donne”.
Insomma lei è gelosa anche di ciò che finisce nel suo campo visivo. È facile immaginare Debbie un po’ come Ursula, la strega cattiva del film Dysney “La sirenetta” che nella sua canzone assicura di essere mossa solo e unicamente dalla voglia di aiutare e far del bene agli altri, mentre poi intrappola i malcapitati che a lei si affidano

È solo un po’ gelosa

Che abbia usato arti magiche anche lei per convincere il mite Steve a sposarla? Non sembra ci sia stato bisogno viste le dichiarazioni di lui:
«Spero di riuscire a tollerare questa cosa perché so che noi siamo anime gemelle. Lei è speciale per me e un po’ di gelosia qua e là (sic!) non cambierà ciò che provo» dice Steve al Dailymail che però ammette: «Ogni tanto divento nervoso, il cuore mi batte forte e la macchina della verità non dà risultati univoci, cosa che fa dubitare Debbie di me. Devo solo dirle che non l’ho tradita e pregare che lei mi creda».
E se non dovesse credergli? “TAGLIATEGLI LA TESTAAAA!” per citare un altro celeberrimo film Disney

La sindrome di Otello

Più che alla spada però Debbie ricorre ai farmaci. Secondo i medici lei non è solo gelosa, è malata. La sua è infatti una vera e propria patologia che si chiama sindrome di Otello, un disturbo psichico che provoca una forte convinzione delirante sull’infedeltà del proprio partner a fronte di scarse, o anche nessuna prova. Un disordine grave anche perché spesso è accompagnato da atti di violenza.
In queste cose l’importante è il precedente. Se siete una donna gelosa d’ora in poi potrete tranquillamente sottoporre il marito a test della verità, perquisizioni, intrerrogatori stile Cia, o altre torture medievali e, al minimo segno di protesta, basterà dire che è una novità che arriva dall’Inghilterra e che bisogna stare al passo coi tempi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>